Pageloader

Impianto di condizionamento VRV

/Impianto di condizionamento VRV

Il nome VRV – Variant Refrigerant Volume deriva dalla logica di regolazione della potenza frigorifera attraverso la modulazione continua della portata volumetrica del refrigerante.

Il sistema è formato da una unità esterna dotata di compressore e di batteria di scambio in grado di funzionare sia da condensatore che da evaporatore. Mediante tre tubi viene collegata una serie di unità interne dotate di ventilatore, batteria di scambio, valvola termostatica elettronica e valvola di deviazione a cassetto.

È un impianto alternativo al tradizionale, generalmente composto da quattro tubi a fluido intermedio con gruppi frigoriferi a recupero di calore.
Quando tutte le unità interne lavorano in raffreddamento, il sistema si comporta come un normale multisplit: l’unità esterna funge da condensatore, quelle interne da evaporatore e vengono utilizzate solamente due delle tre tubazioni.
Qualora parte delle unità interne debbano lavorare in riscaldamento si attua il recupero di energia termica: il vapore surriscaldato in uscita dal condensatore viene inviato parte all’unità esterna, che funge ancora da condensatore, e parte alle unità interne in riscaldamento, attraverso il terzo tubo dell’impianto.

Artuso Impianti Vicenza - Impianto di condizionamento VRV
Artuso Impianti Vicenza - Impianto di condizionamento VRV
Artuso Impianti Vicenza - Impianto di condizionamento VRV

Particolarmente sofisticato è il sistema di regolazione: la temperatura ambiente viene mantenuta costante dal controllo simultaneo delle valvole termostatiche elettroniche di cui sono dotate le singole unità interne, e della variazione di portata volumetrica del refrigerante. A seconda del carico richiesto le valvole si aprono o chiudono, così da adattare la pressione, quindi la temperatura di evaporazione (in raffreddamento) e di condensazione (in riscaldamento), ai reali fabbisogni dell’ambiente.

Il comando all’inverter viene dato mettendo in parallelo i segnali delle termostatiche affinché il numero di giri del compressore, quindi la portata di refrigerante, sia regolata in modo da tenere in totale apertura almeno una valvola delle unità interne, generalmente quella dell’unità a maggior carico, garantendo le prestazioni volute con la minor portata di refrigerante possibile. Si ottiene, pertanto, un’ottimizzazione dell’efficienza energetica che tende a migliorare nel tempo, riducendo la portata di refrigerante perché migliorano le pressioni di condensazione e di evaporazione.
Per il buon funzionamento del sistema è assolutamente fondamentale che i circuiti frigoriferi siano perfettamente posati da personale altamente specializzato.

I vantaggi di un impianto di condizionamento VRV

  • Costi di funzionamento ridotti: i sistemi VRV ottimizzano le prestazioni stagionali con unità interne ed esterne ad alta efficienza energetica, con tecnologia di recupero di calore e ad Inverter e una gestione intelligente dell’energia.
  • Controllo preciso delle varie aree: il controllo di ciascun piano e ciascuna stanza consente di risparmiare. Questa versatilità rende il sistema VRV ideale per gli edifici con più inquilini.
  • Confort personalizzato: i sistemi VRV forniscono aria fresca alla giusta temperatura, con il corretto livello di umidità e al livello minimo di rumorosità. Sono dotati di tecnologia basata sulla temperatura del refrigerante variabile e sul riscaldamento continuo, per prevenire correnti di aria fredda.
  • Massima flessibilità: l’elevata flessibilità dell’approccio modulare del sistema VRV consente di bilanciare i carichi di riscaldamento in parti diverse dell’edificio.